Menu Superiore
SOCIAL
Menu Principale

Pubblicato il apr 7, 2014 in News, Vigilanza

SERVIZIO SORVEGLIANZA: CONTRASTO AL FENOMENO DEL RANDAGISMO CANINO

Il Servizio Sorveglianza, ottenute le dovute autorizzazione dalla ASL comopetente, ha messo in campo una incisiva azione tesa a contenere il fenomeno del randagismo canino che, negli ultimi anni, aveva avuto una preoccupante recrudescenza all’interno della Riserva Naturale Marcigliana. In particolare si erano andati formando tre distinti branchi di cani vaganti di cui non risultavano noti i proprietari ed ormai rinselvatichiti che purtroppo rendevano pericolosa la fruizione dell’area protetta da parte dei visitatori che  numerosi percorrono le strade e i sentieri della riserva, in particolar modo durante il week end.

Sia che si fosse a piedi, in bicicletta o a cavallo questi nuclei canini erano diventai un vero terrore per i visitatori che spesso si recavano presso i nostri uffici lamentando aggressioni e incidenti causati dagli atteggiamenti ostili dimostrtai dai cani che si muovevano in branchi di 4-5 individui, sia di razza meticcia che, soprattutto maremmana.

I Guardiaparco hanno posizionato tre diverse gabbie di cattura munite di meccanismo a scatto, peraltro anche provenienti da sequestri effettuati nei confronti di bracconieri che avevano illegalmente piazzato le trappole all’interno delle nostre aree protette, e con monitoraggio continuo dei siti interessati alla cattura e rifornimento delle esche, hanno portato alla cattura di dodici cani che sono stati trasferiti presso il canile municipale della Muratella, sempre nel massimo rispetto del benessere dell’animale. Per uno, invece, è “emerso” dall’anonimato il legittimo proprietario, per cui si è proceduto alla microchippatura e all’iscrizione all’anagrafe canina, come previsto dalla normativa in materia.

Ora la riserva è tornata ad essere un luogo in cui svolgere piacevoli passeggiate, sopratutto adesso che il periodo primaverile comincia ad offrire il meglio di sè.