Menu Superiore
SOCIAL
Menu Principale

Pubblicato il ott 13, 2016 in Focus On, News

13 ottobre 2016 COMUNICATO STAMPA – Approvata Legge Avenali sulla Filiera Corta

13 ottobre 2016
COMUNICATO STAMPA – Approvata Legge Avenali sulla Filiera Corta

APPROVATA LEGGE AVENALI SULLA FILIERA CORTA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DI UN’AGRICOLTURA SANA E NATURALE ATTRAVERSO PRATICHE AGRICOLE INTELLIGENTI CHE AVVICINA LE PERSONE AL TERRITORIO E AI PRODOTTI DELLA TERRA, I PARCHI DEVONO ESSERNE PROTAGONISTI

Approvata oggi dal Consiglio Regionale La legge sulla “filiera corta”, presentata dalla Consigliera Cristiana Avenali, rappresenta un contributo fondamentale verso un’agricoltura di qualità, biologica, sostenibile, sempre più attenta all’ambiente e più vicina alle persone. L’accorciamento delle distanze tra produzione e consumo fino al contatto diretto tra produttore e consumatore consente di effettuare scelte più consapevoli, l’utilizzo di pratiche agricole a basso impatto ambientale ma anche una tracciabilità dei prodotti più sicura. “Per i parchi anche un ottimo strumento perché la pratica agricola, evidentemente valore aggiunto delle aree protette – dichiara Maurizio Gubbiotti, Commissario Straordinario dell’Ente RomaNatura – possa percepire a sua volta il parco come un valore aggiunto, un vero e proprio rilancio di tutto il sistema agricolo: informazione sull’origine dei prodotti, sicurezza alimentare e “Km 0” in nome della sostenibilità ambientale e sociale”. Tutto ciò per un Ente Parco come RomaNatura, che dei suoi 16.000 ettari terrestri tutti urbani e periurbani, ne ha oltre la metà agricoli, ha un valore particolare. Le centinaia di aziende che producono all’interno delle aree di RomaNatura sempre più puntano su una multifunzionalità fatta da produzioni di qualità e biologiche, vendita diretta, fattorie didattiche, dobbiamo valorizzarle e promuoverle perché loro si impegnino fortemente a promuovere e a far vivere i parchi. “Un’attenta gestione di questa attività consente di progettare un futuro sostenibile dei territori – prosegue Gubbiotti – un elemento particolarmente positivo quindi che si aggiunge al processo di rinnovamento intrapreso da questa Regione e che va nella direzione della salvaguardia del nostro territorio, investendo sulle pratiche sostenibili sia ambientalmente che socialmente, unica strada per costruire futuro. Gestire e valorizzare un’area naturale – conclude Gubbiotti – non è soltanto tutelarla ma anche esaltarne le capacità produttive per la creazione di un bene economico della città”. Roma 12 Ottobre 2016