Menu Superiore
SOCIAL
Menu Principale

Pubblicato il mag 13, 2015 in News

13 maggio: G.R.A.B., AL VIA LA COLLABORAZIONE CON ROMANATURA

COMUNICATO STAMPA
Una “stazione” del G.R.A.B. sarà nella Riserva Naturale della Valle dell’Aniene.
Maurizio Gubbiotti, Commissario dell’Ente: “Partecipiamo con entusiasmo al progetto.
Il Grande Raccordo Anulare delle Bici è una grande opportunità per coniugare mobilità sostenibile e conoscenza del patrimonio di biodiversità delle aree verdi della Capitale”.
In arrivo nei Parchi di RomaNatura un servizio di sorveglianza “velomontato”.
E’ partita la collaborazione tra RomaNatura e il GRAB, il Grande Raccordo Anulare delle Bici, il progetto partecipato per la realizzazione di un anello ciclopedonale di 44,2 km che si sviluppa completamente all’interno della città di Roma. Il progetto, presentato nei giorni scorsi e coordinato da VeloLove, con il sostegno di Legambiente, Rete Mobilità Nuova, Touring Club e Parco Regionale dell’Appia Antica, è un’infrastruttura leggera, che si snoda principalmente lungo vie pedonali e ciclabili, parchi, aree verdi e argini fluviali; una greenway in gran parte (80,3%) già pronta e pedalabile in sicurezza.
“Partecipiamo con entusiasmo al progetto. Una stazione del G.R.A.B. sarà nella Riserva Naturale della Valle dell’Aniene – dichiara Maurizio Gubbiotti, Commissario straordinario di RomaNatura -. Il Grande Raccordo Anulare delle Bici è una grande opportunità per coniugare mobilità sostenibile e conoscenza del patrimonio di biodiversità delle aree verdi della Capitale.
La ciclovia potrà essere anche il volano per portare, in occasione del Giubileo straordinario del prossimo anno, un turismo nuovo, amante della fruizione leggera, in sintonia con i valori promossi dai Parchi”.
Il Grande Raccordo Anulare, nel suo anello di 24 tappe che corrono dentro la Capitale, avrà una “stazione” nella Riserva Naturale della Valle dell’Aniene, unica area fluviale del Sistema di aree protette, gestito da RomaNatura. Dall’area umida della Cervelletta a Ponte Nomentano, piccolo gioiello medievale nel cuore del quartiere Montesacro, l’anello del G.R.A.B. segue il corso del fiume Aniene all’interno della Riserva, per “rituffarsi” brevemente nel traffico della via Nomentana e riprendere poi la ciclabile esistente fin quasi all’ingresso di Villa Ada, sulla Salaria.
“Un primo passo – conclude Gubbiotti – per mettere in rete “ciclabile” l’intero sistema dei Parchi di RomaNatura. Presto inoltre l’Ente attiverà anche un servizio di sorveglianza dei Guardiaparco in bicicletta”.